Eventi

 

Segui questa pagina per vedere gli eventi che saranno organizzati da Tradingnetwork, e scopri  quelli a cui parteciperanno i singoli trader del team Tradingnetwork.

 

 

 ------------------------------------------------

EVENTO DA NON PERDERE: SPECIALE ITALIA 2011-2014, COSA E' ACCADUTO E A CHE PUNTO E' LA NOTTE ITALIANA.

Nuovo recordo storico del debito pubblico italiano, arrivato a 2146 miliardi, con un aumento di 78 miliardi nei soli primi 4 mesi di quest'anno (dati Banca d'Italia).

Nonostante tutti i sacrifici richiesti, l'aumento senza sosta della pressione fiscale a cittadini e imprese , e le promesse reiterate (rivelatesi sempre clamorose bugie) negli ultimi anni da tutti i governi che si sono succeduti ( e in particolar modo da quelli made in Trojka, da Monti a Renzi passando per Letta) di prossima e imminente uscita da una crisi che invece non finisce mai - in un contesto in cui  la famosa in fondo al tunnel sembra stia diventando sempre più quella del treno ad alta velocità che ci sta venendo addosso - il debito non ha fatto altro che continuare a crescere. E siamo a oltre 300 mld in più rispetto al 2011, anno in cui, sotto la pressione di una crisi finanziaria senza precedenti - pilotata ad arte in particolar modo sullo spread Btp/Bund - il governo Berlusconi fu costretto alle dimissioni.

 

 

Tradingnetwork, in collaborazione con Brown Editore, sta preparando un evento free assolutamente da non perdere, in streaming live - visionabile successivamente on demand sulla nuova sezione del nostro sito  VIDEO-WEBINAR e su YOUTUBE - .

"Speciale Italia 2011-2014: cosa è accaduto, a che punto è la notte italiana".

 

Moderato dalla redazione di Brown Editore, con interventi di Rovito Salvatore e Paolo Cardenà.

Un analisi dettagliata, sviscerata con grafici e dati economici, di quel che è davvero successo dal 2011 ad oggi, cercando di fare il punto della situazione e soprattutto dando delle indicazioni precise su quel ci aspetta in futuro, in un contesto, certamente non solo italiano, in cui mercati finanziari - inondati da circa 6 anni in maniera sempre più aggressiva e coordinata dall'immensa liquidità pompata dalla banche centrali nel loro  grande esperimento - ed economia reale non sono mai stati cosi lontani.